Riserva Naturale Statale Gola Del Furlo
Provincia di Pesaro e Urbino

Visite gratuite per le scuole

Per prenotare le visite guidate alla Riserva è sufficiente compilare il modulo di prenotazione (scaricabile qui sotto) e spedirlo via fax al numero 0721 700057 o tramite e-mail a riservafurlo@provincia.ps.it

Per qualsiasia informazione rivolgersi a:

Punto IAT Riserva Naturale Statale Gola del Furlo 0721 700041

Claudia Lodovici 0721 52602 (orario ufficio 8:00-14:00)


Modulo di prenotazione

[Download] prenotazione VISITA DIDATTICA 2017

Progetto "A scuola nella Riserva" anno scolastico 2016/2017

 

Premessa

 

I progetti sono stati ideati allo scopo di informare e sensibilizzare i ragazzi sul tema della protezione e conservazione della natura e sulle norme di comportamento all’interno di un’area protetta.

Un’area protetta contribuisce alla salvaguardia di specie a rischio, al mantenimento della biodiversità e ad educare la popolazione ad un atteggiamento di rispetto per l’ambiente e per gli ecosistemi.

 

I progetti didattici prevedono delle attività da espletarsi in classe e sul territorio con l’ausilio di operatori specializzati nel settore naturalistico.

 

Da questo lavoro potranno scaturire materiali (disegni, elaborati, presentazioni powerpoint) utili per l’allestimento di una Mostra nel Museo del Territorio e per la realizzazione di una pubblicazione in collaborazione con gli Istituti Comprensivi partecipanti al progetto.

 

Obiettivi

 

L’attività didattica verrà sviluppata perseguendo i seguenti obiettivi generali:

1        contribuire alla conoscenza e al rispetto del patrimonio naturale e faunistico, stimolando con l’attività progettuale l’interesse dei ragazzi;

2        promuovere il ruolo educativo delle aree verdi, naturali e/o protette, dei parchi e delle oasi;

3        contribuire a far sì che l’Istituzione scolastica sia maggiormente radicata nel territorio ed in continuo contatto con le attività della Riserva;

4        collegare l’attività didattica, di progettazione e realizzazione, alle materie di insegnamento del curriculum scolastico per una didattica integrata;

5        integrare le conoscenze con esperienze attive che consentano di sperimentare, approfondire e verificare quanto appreso.

6        stimolare la curiosità naturale dei bambini e dei ragazzi, assecondando il loro desiderio di scoperta del mondo.

7        stimolare lo spirito di osservazione e di rielaborazione con creazione di elaborati didattici di vario tipo.

8        incrementare negli alunni il senso di responsabilità ed il rispetto per la natura in tutte le sue sfumature;

 

 

 

Il progetto è rivolto agli alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado ricadenti sul territorio della Provincia di Pesaro e Urbino e si articola in TRE PERCORSI INDIPENDENTI:

 

PERCORSO NATURALISTICO

 

Totale ore dell’intervento: 10

 

Lezioni teoriche e pratiche

 

Studiare la Natura aiuta a stimolare lo sviluppo della fantasia e della personalità dei ragazzi, favorisce un contatto diretto con l’ambiente e promuove comportamenti eco-sostenibili e responsabili. Gli interventi didattici saranno finalizzati alla conoscenza delle norme comportamentali nella Aree protette e alla conoscenza naturalistica della Riserva (lezioni interattive di botanica, geologia e zoologia).

 

 

PERCORSO ARTISTICO

 

Totale ore dell’intervento: 10

 

Lezioni teoriche e pratiche

 

L’ambiente naturale è fonte di ispirazione per i ragazzi che lasciandosi emozionare dai colori e dai suoni potranno realizzare delle composizioni artistiche o documentare attraverso materiale fotografico l’esperienza. L’attività è volta a sviluppare la capacità di osservazione e di attenzione ai dettagli, ad interpretare l'ambiente nello studio delle sue varie manifestazioni morfologiche, a percepire ed osservare la natura nei suoi vari aspetti cromatici, a conoscere la biodiversità, la ricchezza e la varietà degli ambienti naturali di un'area protetta. L’operatore attraverso delle attività volte all’utilizzo dei 5 sensi aiuterà i ragazzi in questo viaggio di sensazioni e alla raccolta di dati per la realizzazione dei lavori (organizzazione del materiale raccolto e realizzazione di cartelloni, disegni ecc. dedicati a qualsiasi elemento dell’ambiente, come animali, piante rocce, acqua, paesaggi naturali o agricoli, ecc.).

 

 

 

PERCORSO ZOOLOGICO

 

Totale ore dell’intervento: 10

 

Lezioni teoriche e pratiche

 

Lezioni interattive alla scoperta degli animali che vivono nella Riserva Naturale Gola del Furlo: chi sono, dove vivono, di cosa si nutrono, seguire le loro tracce.  I ragazzi saranno guidati all'osservazione diretta e indiretta degli animali in modo da scoprire la biologia, l'etologia, l'ecologia, l'importanza e la protezione della fauna. I ragazzi potranno vedere (osservandoli nel loro ambiente naturale) e conoscere gli uccelli con occhi diversi attraverso il riconoscimento del canto.

 

 

 

ADESIONI PRENOTAZIONI

 

 

Il progetto “A SCUOLA NELLA RISERVA” è rivolto alle scuole primarie e secondarie di 1^ Grado del territorio provinciale. Sarà data priorità alle classi appartenenti alle scuole dei Comuni ricadenti all’interno dell’area della Riserva (Acqualagna, Cagli, Fossombrone, Fermignano, Urbino).

 

Le singole classi interessate potranno formulare richiesta di adesione compilando il modulo scaricabile presente in questa pagina (a partire dal 12  settembre)

 

Ad ogni classe sarà assegnato un solo percorso didattico per dare la possibilità a più

 

classi di poter usufruire dell’iniziativa.

 

Sarà possibile assegnare le ore solo a 13 classi

 

 

Le domande dovranno essere spedite a partire dal 12 settembre e pervenire entro il 30 settembre tramite Fax al n. 0721/3592406

 

Non saranno prese in considerazione le domande pervenute né prima né dopo tali date.

 

Oltre tale data le richieste saranno prese in considerazione qualora non venga esaurita la disponibilità programmata dal Centro.

 

 

In seguito gli operatori incaricati di realizzare il progetto contatteranno direttamente gli insegnanti per fissare gli appuntamenti degli interventi didattici a partire dal mese di ottobre.

 

 

Si evidenzia che

 

  • gli operatori sono autorizzati a svolgere i propri interventi solo in presenza dell’insegnante.

     

  • è necessaria da parte degli insegnanti la massima disponibilità nel concordare gli orari delle lezioni.

     

  • i costi dei mezzi di trasporto e delle coperture assicurative, previste dalle normative vigenti e riguardanti le escursioni proposte nei pacchetti didattici, saranno a carico

     

delle scuole aderenti.

 

 

 

 

 

 

Per ulteriori informazioni contattare la sig.ra Claudia Lodovici 0721 52602

 

 

 

Progetto "A scuola nella Riserva" anno scolastico 2014/2015

IL PROGETTO

Aumentare la consapevolezza e l’attenzione sulle tematiche ambientali e sull’importante ruolo delle Aree Protette nella conservazione delle risorse naturali e della cultura dei luoghi, è l’obiettivo prioritario che la Riserva Naturale Statale Gola del Furlo intende soddisfare con questo rinnovato progetto di educazione ambientale appositamente ideato per la nuova annualità scolastica.

Forte del suo ruolo di Laboratorio Territoriale del Sistema Infea Marche (ossia unità di coordinamento territoriale sulle tematiche di prioritaria importanza collegate all’educazione allo sviluppo sostenibile) e in piena sintonia con il ruolo istituzionale delle Aree Protette, sempre più impegnate nella programmazione e realizzazione di iniziative improntate sul rispetto delle diversità e sui principi di inclusione e integrazione, il progetto educativo “A Scuola nella Riserva” si articola in due sottoprogetti:

 

-         “A Scuola nella Riserva - progetto di Educazione Ambientale” A.s. 2014\2015

-         “A Scuola nella Riserva - Il Bosco di Pan: scuole e area protetta per un’educazione inclusiva”

I progetti verranno sviluppati nel periodo febbraio\maggio e prevedono la realizzazione di diversi programmi didattico-educativi da espletarsi in classe e sul territorio con l’ausilio di operatori specializzati nel settore naturalistico ed educativo.

Da tutti questi lavori potranno scaturire materiali (disegni, elaborati, presentazioni powerpoint) utili per l’allestimento di una Mostra nel Museo del Territorio e per la realizzazione di una pubblicazione in collaborazione con gli Istituti Comprensivi partecipanti al progetto. Alcuni di questi elaborati inoltre potranno essere inseriti sul sito della Riserva del Furlo nella sezione Emozioni di Furlo: l’area protetta vista e presentata dagli studenti ad altri studenti.

 

OBIETTIVI

Le attività verranno sviluppate perseguendo i seguenti obiettivi generali:

  • 1        contribuire alla conoscenza e al rispetto del patrimonio naturale e faunistico, stimolando con l’attività progettuale l’interesse dei ragazzi;
  • 2        promuovere il ruolo educativo delle aree verdi, naturali e/o protette, dei parchi e delle oasi;
  • 3        contribuire a far sì che l’Istituzione scolastica sia maggiormente radicata nel territorio ed in continuo contatto con le attività della Riserva;
  • 4        collegare l’attività didattico-educativa, di progettazione e realizzazione, alle materie di insegnamento del curriculum scolastico per una didattica integrata;
  • 5        integrare le conoscenze con esperienze attive che consentano di sperimentare, approfondire e verificare quanto appreso.
  • 6        stimolare la curiosità naturale dei bambini e dei ragazzi, assecondando il loro desiderio di scoperta del mondo.
  • 7        stimolare lo spirito di osservazione e di rielaborazione con creazione di elaborati didattici di vario tipo.
  • 8        incrementare negli alunni il senso di responsabilità ed il rispetto per la natura in tutte le sue sfumature;

 

PERCORSO NATURALISTICO

Totale ore dell’intervento: 10

Lezioni teoriche e pratiche

Studiare la Natura aiuta a stimolare lo sviluppo della fantasia e della personalità dei ragazzi, favorisce un contatto diretto con l’ambiente e promuove comportamenti eco-sostenibili e responsabili. Gli interventi didattici saranno finalizzati alla conoscenza delle norme comportamentali nella Aree protette e alla conoscenza naturalistica della Riserva (lezioni interattive di botanica, geologia e zoologia). I ragazzi saranno guidati all'osservazione diretta e indiretta degli animali in modo da scoprire la biologia, l'etologia, l'ecologia, l'importanza e la protezione della fauna. I ragazzi potranno vedere (osservandoli nel loro ambiente naturale) e conoscere gli uccelli con occhi diversi attraverso il riconoscimento del canto.

 

 

PERCORSO ARTISTICO

Totale ore dell’intervento: 10

Lezioni teoriche e pratiche

L’ambiente naturale è fonte di ispirazione per i ragazzi che lasciandosi emozionare dai colori e dai suoni potranno realizzare delle composizioni artistiche o documentare attraverso materiale fotografico l’esperienza. L’attività è volta a sviluppare la capacità di osservazione e di attenzione ai dettagli, ad interpretare l'ambiente nello studio delle sue varie manifestazioni morfologiche, a percepire ed osservare la natura nei suoi vari aspetti cromatici, a conoscere la biodiversità, la ricchezza e la varietà degli ambienti naturali di un'area protetta. L’operatore attraverso delle attività volte all’utilizzo dei 5 sensi aiuterà i ragazzi in questo viaggio di sensazioni e alla raccolta di dati per la realizzazione dei lavori (organizzazione del materiale raccolto e realizzazione di cartelloni, disegni ecc. dedicati a qualsiasi elemento dell’ambiente, come animali, piante rocce, acqua, paesaggi naturali o agricoli, ecc.).

 

 

PERCORSO ZOOLOGICO

Totale ore dell’intervento: 10

Lezioni teoriche e pratiche

Lezioni interattive alla scoperta del Tasso, animale attualmente presente nella Riserva Naturale Gola del Furlo, per conoscere da vicino questo abitante del territorio: com’è fatto, dove vive, cosa mangia, come si riproduce, come comunica, quali sono le abitudini e quali sono i suoi nemici.

Il percorso prevede anche la realizzazione di una fiaba dedicata al Tasso: a questo proposito sarà presentato l’inizio di una storia, della quale i ragazzi, seguiti dagli operatori, ne ideeranno il finale.

 

La fiaba, completata con il finale più originale, scelto da una commissione di esperti, sarà utilizzata per la realizzazione di una pubblicazione sponsorizzata dalla Riserva Naturale Statale “Gola del Furlo”.

 

 

Stiamo valutando la possibilità di realizzare, anche quest’anno, un SOGGIORNO DI 3 GIORNI RISERVATO ALLE SCUOLE MEDIE COME PREMIO PER I TRE PROGETTI da concordare con i docenti.

 

 

 

 

 

CERIMONIA CONCLUSIVA PER TUTTI I PROGETTI (4 ORE)

 

Nel mese di maggio 2015 è previsto un evento conclusivo all’interno della Riserva Naturale Statale Gola del Furlo, presso il parco della Golena, in loc. Furlo di Acqualagna, a cui saranno invitate tutte le classi partecipanti al progetto “A scuola nella Riserva”. In tale occasione sarà allestita una mostra con gli elaborati (disegni, cartelloni, foto ecc.) realizzati dagli alunni, verrà inoltre letta l’intera trama della fiaba dedicata al Tasso, frutto del lavoro svolto dai ragazzi che avranno aderito al Percorsi Zoologico.

A tutti gli Istituti partecipanti verrà consegnato un premio di partecipazione consistente in un buono-acquisto, del valore di 150 euro, per materiale tecnologico, messo a disposizione dalla Riserva.

 

La spesa per il trasporto degli alunni per la cerimonia conclusiva sarà a carico della Riserva.

 

ADESIONI PRENOTAZIONI

Il progetto “A SCUOLA NELLA RISERVA” è rivolto alle scuole primarie e secondarie di 1^ Grado del territorio provinciale. Sarà data priorità alle classi appartenenti alle scuole dei Comuni ricadenti all’interno dell’area della Riserva (Acqualagna, Cagli, Fossombrone, Fermignano, Urbino).

Le singole classi interessate potranno formulare richiesta di adesione compilando il modulo scaricabile in questa pagina (a partire dal 5  novembre)

Ad ogni classe sarà assegnato un solo percorso didattico per dare la possibilità a più classi di poter usufruire dell’iniziativa

 

Le domande dovranno essere spedite a partire dal 5 novembre e pervenire entro il 20 novembre tramite Fax al n. 0721/3592406

Non saranno prese in considerazione le domande pervenute né prima né dopo tali date.

Oltre tale data le richieste saranno prese in considerazione qualora non venga esaurita la disponibilità programmata dal Centro.

 In seguito gli operatori incaricati di realizzare il progetto contatteranno direttamente gli insegnanti per fissare gli appuntamenti degli interventi didattici a partire dal mese di gennaio\febbraio.

 Si evidenzia che

  • gli operatori sono autorizzati a svolgere i propri interventi solo in presenza dell’insegnante.
  • è necessaria da parte degli insegnanti la massima disponibilità nel concordare gli orari delle lezioni.
  • i costi dei mezzi di trasporto e delle coperture assicurative, previste dalle normative vigenti e riguardanti le escursioni proposte nei pacchetti didattici, saranno a carico

delle scuole aderenti.

 

 Per quanto riguarda il progetto: “A Scuola nella Riserva - Il Bosco di Pan: scuole e area protetta per un’educazione inclusiva”, vedi la pagina "Bosco di Pan"

Progetto "A scuola nella Riserva" anno didattico 2013/2014

Progetto di Educazione Ambientale

ANNO SCOLASTICO 2013-2014

 

“A scuola nella Riserva”

La Gola del Furlo: un’area protetta alla portata di tutti

 

IL PROGETTO

Aumentare la consapevolezza e l’attenzione sulle tematiche ambientali e sull’importante ruolo delle Aree Protette nella conservazione delle risorse naturali e della cultura dei luoghi, è l’obiettivo prioritario che la Riserva Naturale Statale Gola del Furlo intende soddisfare con questo rinnovato progetto di educazione ambientale appositamente ideato per la nuova annualità scolastica.

 

Forte del suo ruolo di Laboratorio Territoriale del Sistema Infea Marche (ossia unità di coordinamento territoriale sulle tematiche di prioritaria importanza collegate all’educazione allo sviluppo sostenibile) e in piena sintonia con il ruolo istituzionale delle Aree Protette, sempre più impegnate nella programmazione e realizzazione di iniziative improntate sul rispetto delle diversità e sui principi di inclusione e integrazione, il progetto educativo “A Scuola nella Riserva” si articola in due sottoprogetti:

 

  •  “A Scuola nella Riserva - progetto di Educazione Ambientale” A.s. 2013\2014

  •  “A Scuola nella Riserva - Il Bosco di Pan: scuole e area protetta per un’educazione inclusiva”

 

I progetti verranno sviluppati nel periodo febbraio\maggio e prevedono la realizzazione di diversi programmi didattico-educativi da espletarsi in classe e sul territorio con l’ausilio di operatori specializzati nel settore naturalistico ed educativo.

 

Da tutti questi lavori potranno scaturire materiali (disegni, elaborati, presentazioni powerpoint) utili per l’allestimento di una Mostra nel Museo del Territorio e per la realizzazione di una pubblicazione in collaborazione con gli Istituti Comprensivi partecipanti al progetto. Alcuni di questi elaborati inoltre potranno essere inseriti sul sito della Riserva del Furlo nella sezione Emozioni di Furlo: l’area protetta vista e presentata dagli studenti ad altri studenti.

 

OBIETTIVI

Le attività verranno sviluppate perseguendo i seguenti obiettivi generali:

  • contribuire alla conoscenza e al rispetto del patrimonio naturale e faunistico, stimolando con l’attività progettuale l’interesse dei ragazzi;
  •  promuovere il ruolo educativo delle aree verdi, naturali e/o protette, dei parchi e delle oasi;
  •  contribuire a far sì che l’Istituzione scolastica sia maggiormente radicata nel territorio ed in continuo contatto con le attività della Riserva;
  • collegare l’attività didattico-educativa, di progettazione e realizzazione, alle materie di insegnamento del curriculum scolastico per una didattica integrata;
  •  integrare le conoscenze con esperienze attive che consentano di sperimentare, approfondire e verificare quanto appreso.
  • stimolare la curiosità naturale dei bambini e dei ragazzi, assecondando il loro desiderio di scoperta del mondo.
  • stimolare lo spirito di osservazione e di rielaborazione con creazione di elaborati didattici di vario tipo.
  •  incrementare negli alunni il senso di responsabilità ed il rispetto per la natura in tutte le sue sfumature;

“A SCUOLA NELLA RISERVA” 3° EDIZIONE

PROGETTO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE

PERCORSO NATURALISTICO

Totale ore dell’intervento: 10

Lezioni teoriche e pratiche

Studiare la Natura aiuta a stimolare lo sviluppo della fantasia e della personalità dei ragazzi, favorisce un contatto diretto con l’ambiente e promuove comportamenti eco-sostenibili e responsabili. Gli interventi didattici saranno finalizzati alla conoscenza delle norme comportamentali nella Aree protette e alla conoscenza naturalistica della Riserva (lezioni interattive di botanica, geologia e zoologia). I ragazzi saranno guidati all'osservazione diretta e indiretta degli animali in modo da scoprire la biologia, l'etologia, l'ecologia, l'importanza e la protezione della fauna. I ragazzi potranno vedere (osservandoli nel loro ambiente naturale) e conoscere gli uccelli con occhi diversi attraverso il riconoscimento del canto.

 

PERCORSO ARTISTICO

Totale ore dell’intervento: 10

Lezioni teoriche e pratiche

L’ambiente naturale è fonte di ispirazione per i ragazzi che lasciandosi emozionare dai colori e dai suoni potranno realizzare delle composizioni artistiche o documentare attraverso materiale fotografico l’esperienza. L’attività è volta a sviluppare la capacità di osservazione e di attenzione ai dettagli, ad interpretare l'ambiente nello studio delle sue varie manifestazioni morfologiche, a percepire ed osservare la natura nei suoi vari aspetti cromatici, a conoscere la biodiversità, la ricchezza e la varietà degli ambienti naturali di un'area protetta. L’operatore attraverso delle attività volte all’utilizzo dei 5 sensi aiuterà i ragazzi in questo viaggio di sensazioni e alla raccolta di dati per la realizzazione dei lavori (organizzazione del materiale raccolto e realizzazione di cartelloni, disegni ecc. dedicati a qualsiasi elemento dell’ambiente, come animali, piante rocce, acqua, paesaggi naturali o agricoli, ecc.).

 

PERCORSO ZOOLOGICO

Totale ore dell’intervento: 10

Lezioni teoriche e pratiche

Lezioni interattive alla scoperta del Cinghiale, animale attualmente presente nella Riserva Naturale Gola del Furlo, per conoscere da vicino questo famoso abitante del territorio: com’è fatto, dove vive, cosa mangia, come si riproduce, come comunica, quali sono le abitudini e quali sono i suoi nemici.

Il percorso prevede anche la realizzazione di una fiaba dedicata al Cinghiale: a questo proposito sarà presentato l’inizio di una storia, della quale i ragazzi, seguiti dagli operatori, ne ideeranno il finale.

 

La fiaba, completata con il finale più originale, scelto da una commissione di esperti, sarà utilizzata per la realizzazione di una pubblicazione sponsorizzata dalla Riserva Naturale Statale “Gola del Furlo”.

 

 

SOGGIORNO DI 3 GIORNI RISERVATO ALLE SCUOLE MEDIE COME PREMIO PER I TRE PROGETTI da concordare con i docenti.

 

 

IL BOSCO DI PAN

SCUOLE E AREA PROTETTA PER UN’EDUCAZIONE INCLUSIVA

 

L’educazione inclusiva riguarda la ricerca dell’equità, della giustizia sociale e della partecipazione. Riguarda la rimozione di qualsiasi forma di barriera di discriminazione e di oppressione e il benessere di tutti gli studenti

(Len Barton, Institute of Education, University of London)

 

La Riserva Naturale Statale “Gola del Furlo”, in collaborazione con il Consorzio Terre Alte,  intende proporre un programma di Educazione alla Sostenibilità Ambientale basato sui principi della sostenibilità educativa, quali la pedagogia inclusiva, l’equità intergenerazionale, il rispetto della diversità, la tolleranza, il mantenimento della pace.  Destinato unicamente a quelle classi che abbiamo al loro interno studente/i disabile, svantaggiato o con un bisogno educativo speciale.

 

La Scuola è l’Agenzia Educativa chiamata in primis a garantire il successo scolastico di tutti gli studenti; questo è un gran passo in avanti rispetto al semplice garantire pari opportunità di accesso ai percorsi formativi a tutti gli studenti. Parliamo di una scuola inclusiva in grado di prestare una normale particolare attenzione al sostegno delle varie forme di diversità, di disabilità o di svantaggio (Dario Ianes). Questo comporta saper accettare la sfida che la diversità pone: evitare che la differenza si trasformi in disuguaglianza innanzitutto nella classe, dove le diverse situazioni individuali vanno riconosciute e valorizzate.

Tale impostazione (Direttiva Ministeriale del 27/12/12) rafforza il paradigma inclusivo della nostra scuola e richiede di contestualizzare il modello dell’integrazione scolastica all’interno di uno scenario cambiato, potenziando soprattutto la cultura dell’inclusione.

 

Proponiamo una metodologia di lavoro inclusiva

Sempre più convinti dell’importanza oggi assunta dall’Educazione alla Sostenibilità come  processo, strumento e metodo fondamentale alla costruzione di una società e di una cittadinanza attive e solidali, proponiamo programmi educativi nell’ottica della partecipazione, integrazione, inclusione gestione dei conflitti e pari opportunità per tutti. Il presupposto culturale e metodologico fondante dell’intera proposta è la consapevolezza dell’importante ruolo assunto dall’ambiente naturale come straordinario mediatore relazionale attraverso cui e in cui realizzare originali esperienze d’apprendimento tali da coinvolgere da un punto di vista emotivo-affettivo lo studente e tutta la classe. Non si intendono realizzare attività né riabilitative né terapeutiche; si vogliono semplicemente proporre iniziative di educazione ambientale di facile accesso, sia in ambiente naturale che al chiuso, tali da coinvolgere la persona nella sua dimensione fisico-emotiva. Si tratta di straordinarie avventure educative con le quali crescere, aumentare la propria autostima, migliorare le proprie abilità e capacità… e il tutto in ambiente naturale e in un contesto di integrazione ed inclusione.

Verranno utilizzati metodi, tecniche e strumenti educativi che, come diceva Maria Montessori, “possono rendersi adatti alle capacità di ciascuno” affinchè il processo educativo e di apprendimento possa essere reso adatto alle capacità di ciascuno.

 

Caratteristiche “ambientali” delle proposte: contesti educativi e luoghi naturali

  • Ambienti di apprendimento stimolanti e accoglienti per tutti in grado di:
  • costruire relazioni positive all’interno di tutto il gruppo classe
  • valorizzare le competenze di ciascuno
  • garantire partecipazione di tutti attraverso l’utilizzo di strumenti e metodi inclusivi e di facile accesso
  • assicurare un’atmosfera accogliente, non giudicante, non competitiva
  • favorire una metodologia di lavoro per gruppi cooperativi
  • essere realizzate sia in ambienti al chiuso (aula, Museo del Territorio o all’aperto presso gli itinerari Bosco di Pan)

 

I Programmi Educativi

 

PAN-DETECTIVE

originale programma socio-educativo improntato ai principi della metodologia investigativa e dell’apprendimento esperienziale; prevede da uno a tre incontri in classe di due ore e un’uscita finale in ambiente naturale in uno dei sentieri o itinerari Bosco di Pan. Si prevede un colloquio di programmazione con gli insegnanti.

Il programma prevede di esplorare alcuni Luoghi preziosi della Gola del Furlo in un sano clima di cooperazione, integrazione e di gioiosa partecipazione! Un modo creativo e partecipato per costruire l'accessibilità del proprio territorio!!

Il gioco rappresenta un metodo educativo e uno strumento conoscitivo/esplorativo privilegiato in quanto permette ai bambini, ai ragazzi e agli adulti di apprendere e conoscere in maniera meno formale, non noiosa ma sicuramente più stimolante. La tipologia di gioco denominata caccia al tesoro, a cui questo programma si ispira, è una proposta varia, movimentata e quindi più motivante. 

Tutto il programma viene organizzato NON secondo i classici canoni della competizione, secondo cui solo ai primi (più veloci, più bravi) viene garantito il premio; MA secondo QUESTI  principi fondanti della nostra proposta:

1) rispetto: dei tempi e dei modi di muoversi di ciascuno; dei tempi di apprendimento di ciascuno; dei tempi di conoscenza e di esplorazione di ognuno

2) vittoria e gratifica per tutti i partecipanti

3) facilità di accesso al gioco in ogni sua parte/tappa per tutti i partecipanti (sia da un punto di vista geografico/urbano che cognitivo)

4) mantenere sempre alta la motivazione a raggiungere il traguardo, per tutti

5) stimolare l'attenzione per le "piccole cose"

A seconda di quanto programmato con gli insegnanti referenti potranno essere utilizzate le seguenti tecniche educative:

  • laboratori plurisensoriali di esplorazione e ricerca dell’ambiente fruito
  • laboratori di rielaborazione grafico pittorica ispirati ai principi dell’arte-educazione
  • esperienza ispirate ai principi della pedagogia teatrale e della scrittura creativa
  •  

 CERIMONIA CONCLUSIVA PER TUTTI I PROGETTI (4 ORE)

 

Nel mese di maggio 2014 è previsto un evento conclusivo all’interno della Riserva Naturale Statale Gola del Furlo, presso il parco della Golena, in loc. Furlo di Acqualagna, a cui saranno invitate tutte le classi partecipanti al progetto “A scuola nella Riserva”. In tale occasione sarà allestita una mostra con gli elaborati (disegni, cartelloni, foto ecc.) realizzati dagli alunni, verrà inoltre letta l’intera trama della fiaba dedicata al Cinghiale, frutto del lavoro svolto dai ragazzi che avranno aderito al Percorsi Zoologico.

A tutti gli Istituti partecipanti verrà consegnato un premio di partecipazione consistente in un buono-acquisto, del valore di 150 euro, per materiale tecnologico, messo a disposizione dalla Riserva.

 

La spesa per il trasporto degli alunni per la cerimonia conclusiva sarà a carico della Riserva.

 

ADESIONI PRENOTAZIONI

 

Il progetto “A SCUOLA NELLA RISERVA” è rivolto alle scuole primarie e secondarie di 1^ Grado del territorio provinciale.

Sarà data priorità alle classi appartenenti alle scuole dei Comuni ricadenti all’interno dell’area della Riserva (Acqualagna, Cagli, Fossombrone, Fermignano, Urbino).

 

Le singole classi interessate potranno formulare richiesta di adesione compilando il modulo che verrà inserito in questa pagina  in alto a destra, a partire dai primi di novembre, indicando il percorso didattico scelto.

Ad ogni classe sarà assegnato un solo percorso didattico per dare la possibilità a più classi di poter usufruire dell’iniziativa

 

Le domande dovranno essere spedite a partire dal 5 novembre e pervenire entro il 20 novembre tramite Fax al n. 0721/3592406

 

Non saranno prese in considerazione le domande pervenute né prima né dopo tali date.

Oltre tale data le richieste saranno prese in considerazione qualora non venga esaurita la disponibilità programmata dal Centro.

 

In seguito gli operatori incaricati di realizzare il progetto contatteranno direttamente gli insegnanti per fissare gli appuntamenti degli interventi didattici a partire dal mese di gennaio\febbraio.

 

Si evidenzia che

  • gli operatori sono autorizzati a svolgere i propri interventi solo in presenza dell’insegnante.
  • è necessaria da parte degli insegnanti la massima disponibilità nel concordare gli orari delle lezioni.
  • i costi dei mezzi di trasporto e delle coperture assicurative, previste dalle normative vigenti e riguardanti le escursioni proposte nei pacchetti didattici, saranno a carico delle scuole aderenti.

 

 

Per ulteriori informazioni contattare la sig.ra Claudia Lodovici 0721 52602

 

PROGETTO : A scuola nella Riserva anno didattico 2011/2012

 

Per l'anno scolastico 2011/2012 la Riserva Naturale Statale "Gola del Furlo", in collaborazione con l'Associazione Casa Archilei di Fano, ripropone il Progetto "A scuola nella Riserva", rivolto alle scuole Primarie e Secondarie di 1 grado   della Provincia di Pesaro e Urbino che faranno richiesta di partecipare.

Il progetto è stato ideato allo scopo di informare e sensibilizzare i ragazzi sul tema della protezione e conservazione della natura e sulle norme di comportamento all’interno di un’area protetta.
Un’area protetta contribuisce alla salvaguardia di specie a rischio, al mantenimento della biodiversità, educa la popolazione ad un atteggiamento di rispetto per l’ambiente e per gli ecosistemi.
La Riserva deve essere intesa non solo come luogo della conservazione e della ricerca, ma anche come custode di un patrimonio che è di tutti e che può essere condiviso e come un luogo di naturale bellezza e di vita per molte creature.
Il progetto didattico prevede delle attività sul territorio: scolaresche in visita nella Riserva ed esperti messi a disposizione dalla Riserva a scuola per attività informative.
Da questo interscambio potrà scaturire un prodotto (disegni, elaborati, presentazioni powerpoint) che verranno utilizzati per allestire una Mostra nel Museo del Territorio e per la realizzazione di una pubblicazione in collaborazione con gli Istituti Comprensivi aderenti al progetto.

L’attività didattica verrà sviluppata perseguendo i seguenti obiettivi generali:


1    contribuire alla conoscenza e al rispetto del patrimonio naturale e faunistico, stimolando con l’attività progettuale l’interesse dei ragazzi;


2    promuovere il ruolo educativo delle aree verdi, naturali e/o protette, dei parchi e delle oasi;


3    contribuire a far sì che l’Istituzione scolastica sia maggiormente radicata nel territorio ed in continuo contatto con le attività della Riserva;


4    collegare l’attività didattica, di progettazione e realizzazione, alle materie di insegnamento del curriculum scolastico per una didattica integrata;


5    integrare le conoscenze con esperienze attive che consentano di sperimentare, approfondire e verificare quanto appreso;


6    stimolare la curiosità naturale dei bambini e dei ragazzi, assecondando il loro desiderio di scoperta del mondo;


7    stimolare lo spirito di osservazione e di rielaborazione con creazione di elaborati didattici di vario tipo;


8    incrementare negli alunni il senso di responsabilità ed il rispetto per la natura in tutte le sue sfumature.

Il progetto si articola in 3 percorsi indipendenti:
 

PERCORSO NATURALISTICO


Totale ore dell’intervento: 8

Lezioni teoriche e pratiche

Studiare la Natura aiuta a stimolare lo sviluppo della fantasia e della personalità dei ragazzi, favorisce un contatto diretto con l’ambiente e promuove comportamenti eco-sostenibili e responsabili.
Gli interventi didattici saranno finalizzati alla conoscenza delle norme comportamentali nella Aree protette e alla conoscenza naturalistica della Riserva (lezioni interattive di botanica, geologia e zoologia). I ragazzi saranno guidati all'osservazione diretta e indiretta degli animali in modo da scoprire la biologia, l'etologia, l'ecologia, l'importanza e la protezione della fauna e, inoltre, potranno vedere (osservandoli nel loro ambiente naturale) e conoscere gli uccelli con occhi diversi attraverso il riconoscimento del canto. Da questo lavoro nascerà un progetto di stampa di un piccolo opuscolo, sponsorizzato dalla Riserva Naturale Statale Gola del Furlo, contenente consigli e suggerimenti pratici per vivere nel rispetto della Natura.


PERCORSO ARTISTICO

Totale ore dell’intervento: 8
Lezioni teoriche e pratiche

L’ambiente naturale è fonte di ispirazione per i ragazzi che lasciandosi emozionare dai colori e dai suoni potranno realizzare delle composizioni artistiche o documentare attraverso materiale fotografico l’esperienza. L’attività è volta a sviluppare la capacità di osservazione e di attenzione ai dettagli, ad interpretare l'ambiente nello studio delle sue varie manifestazioni morfologiche, a percepire ed osservare la natura nei suoi vari aspetti cromatici, a conoscere la biodiversità, la ricchezza e la varietà degli ambienti naturali di un'area protetta. L’operatore attraverso delle attività volte all’utilizzo dei 5 sensi aiuterà i ragazzi in questo viaggio di sensazioni e alla raccolta di dati per la realizzazione dei lavori (organizzazione del materiale raccolto e realizzazione di cartelloni, disegni ecc. dedicati a qualsiasi elemento dell’ambiente, come animali, piante, rocce, acqua, paesaggi naturali o agricoli, ecc.), che in seguito verranno esposti al Museo del Territorio Lorenzo Mannozzi-Torini.


PERCORSO ZOOLOGICO

Totale ore dell’intervento: 8

Lezioni teoriche e pratiche

Lezioni interattive alla scoperta del LUPO, animale attualmente presente nella Riserva Naturale Gola del Furlo, per conoscere da vicino questo famoso (ma sconosciuto) abitante dei boschi: com’è fatto, dove vive, cosa mangia, come si riproduce, come comunica, quali sono le abitudini e quali sono i suoi nemici. A causa della caccia spietata di cui è stato vittima nei secoli, il Lupo era quasi del tutto scomparso dai suoi habitat tradizionali. Un gravissimo danno ecologico a cui si è posto rimedio proteggendo questo animale e favorendo la sua diffusione nelle zone da cui era scomparso.
Il percorso prevede anche la realizzazione di una fiaba dedicata al Lupo: a questo proposito sarà presentato l’inizio di una storia, della quale i ragazzi, seguiti dagli operatori, ne ideeranno il finale.
La fiaba, completata con il finale più originale, scelto da una commissione di esperti, sarà utilizzata per la realizzazione di una pubblicazione sponsorizzata dalla Riserva Naturale Statale “Gola del Furlo”.

Cerimonia conclusiva per tutti i progetti (4 ore)

Nel mese di maggio 2012 è previsto un evento conclusivo all’interno della Riserva Naturale Statale Gola del Furlo, presso il parco della Golena, in loc. Furlo di Acqualagna, a cui saranno invitate tutte le classi partecipanti al progetto “A scuola nella Riserva”.

In tale occasione sarà allestita una mostra con gli elaborati (disegni, cartelloni, foto ecc.) realizzati dagli alunni del Percorso Artistico, verrà letta l’intera trama della fiaba dedicata al Lupo, frutto del lavoro svolto dai ragazzi che avranno aderito al Percorsi Zoologico e infine, verrà mostrato il prodotto scaturito dal Percorso Naturalistico.

A tutti le classi partecipanti verrà consegnato un premio di partecipazione consistente in un buono-acquisto, del valore di 150 euro, per materiale tecnologico, messo a disposizione dalla Riserva.

La spesa per il trasporto degli alunni per la cerimonia conclusiva sarà a carico della Riserva.


__________________________________________________________________________

ANNO SCOLASTICO 2010/2011


Premiate alla Golena del Furlo le classi partecipanti al progetto

“A scuola nella riserva”
mercoledì 25 maggio 2011

Circa 400 allievi hanno lavorato ai tre percorsi proposti:“Detective della natura”, “Ritrarre la natura” e “E’ nato un aquilotto”
di Francesco Nonni

FURLO DI ACQUALAGNA – Tanti bambini, con indosso i cappellini colorati donati dalla Riserva del Furlo, hanno affollato il parco della Golena per la cerimonia conclusiva del progetto didattito 2010-2011 “A scuola nella riserva”, promosso dalla Riserva naturale statale “Gola del Furlo”, gestita dalla Provincia, in collaborazione con il Cea (Centro educazione ambientale) del Servizio Ambiente dell’Amministrazione provinciale.Il presidente della Provincia Matteo Ricci, l’assessore alla Pubblica istruzione Alessia Morani ed il sindaco di Acqualagna Andrea Pierotti hanno consegnato gli attestati alle 18 classi di 9 istituti aderenti ai tre percorsi, per un totale di circa 400 allievi, dopo il saluto del responsabile della Riserva Maurizio Bartoli. Presente anche il consigliere provinciale Bruno Capanna. Alle scuole è stato inoltre consegnato dalla Riserva un premio in buoni, del valore di 150 euro ciascuno, per l’acquisto di beni e servizi. I tre percorsi sono stati illustrati da Claudia Lodovici, che ha condotto l’evento. Al percorso Detective della natura, con consegna dell’attestato di “Guardiaparco”, hanno partecipato gli istituti comprensivi “Pascoli” di Urbino (classi I A, B e C), “Olivieri” di Pesaro (classi I e II D), “Tocci” di Cagli (classi IV A, B e C), di Pergola (classe III), di Pian del Bruscolo (classi IV A, B e C) e “Mattei” di Acqualagna (I A e B). Al percorso Ritrarre la natura ha partecipato la classe II A dell’Istituto comprensivo “Faa Bruno” di Marotta, mentre al progetto E’ nato un aquilotto hanno partecipato la classe IV C della scuola primaria di Mercatello sul Metauro dell’Istituto comprensivo “L.Carnevali” di Sant’Angelo in Vado e la classe I A dell’Istituto comprensivo “Faa Bruno” di Marotta. In quest’ultimo caso, il progetto è consistito nella prosecuzione di una fiaba scritta da Giovanna Renzini, a cui le due classi hanno dato insoliti e divertenti finali, letti nel corso della cerimonia. E poi, colazione per tutti, con pane e buon miele prodotto al Furlo.


 

 

 


https://www.facebook.com/pages/Riserva-naturale-statale-Gola-del-Furlo/109223349126142#!/pages/Riserva-naturale-statale-Gola-del-Furlo/109223349126142

 


 

Premiate al Furlo le classi vincitrici del progetto “A scuola nella Riserva”, che ha coinvolto 350 allievi

giovedì 22 maggio 2014

La I C del “Manzoni” di Pesaro si è aggiudicata un soggiorno al Rifugio di Ca’ I Fabbri, la scuola “Lanfranco” di Gabicce Mare la pubblicazione della fiaba, la Scuola primaria del “Michelini Tocci” di Cagli un buono per materiale didattico

di Ufficio stampa

 

ACQUALAGNA – Grande festa al Furlo a conclusione del progetto “A scuola nella Riserva”, che ha coinvolto 15 classi delle scuole primarie e secondarie di primo grado del territorio provinciale, per un totale di 350 allievi.

L’iniziativa, alla IV edizione, è stata promossa dalla Riserva naturale statale Gola del Furlo (gestita dalla Provincia) in collaborazione con il Labter – Cea (Centro di educazione ambientale) e si è articolata in tre percorsi didattici (zoologico, naturalistico ed artistico) sui quali gli allievi hanno lavorato durante l’anno, creando elaborati, disegni, slogan, poster ed altro materiale.

In apertura della cerimonia, presentata da Claudia Lodovici dell’Ufficio gestione Riserva del Furlo, il dirigente della Riserva Maurizio Bartoli ha evidenziato come l’obiettivo del progetto sia quello di sensibilizzare i più giovani al rispetto della natura e degli animali, stimolandoli a scoprire l’ambiente che li circonda. Si è passati quindi alla premiazione dei vincitori dei tre percorsi.

Il percorso zoologico, che consisteva nella continuazione di una fiaba scritta da Giovanna Renzini su uno degli animali che vivono nella Riserva (in questo caso il cinghiale, dopo le fiabe che hanno visto protagonisti l’aquilotto, il lupo, il capriolo ed il falco pellegrino), è stato vinto dalla I C dell’Istituto comprensivo statale “G.Lanfranco” di Gabicce Mare (allievi Alessia Bellettini, Tommaso Bernardi, Luca Carnaroli, Nicola Cervesi, Loris Dragani e Martina Mura). Il premio consisterà nella pubblicazione della fiaba, illustrata come le altre da Marco Ferretti.

Vincitrice del percorso naturalistico è stata la classe I C della scuola secondaria di primo grado Istituto comprensivo di Villa San Martino “Manzoni” di Pesaro (gruppo di lavoro: Sofia Menichetti, Giulia Torriani, Giulia Cesarini, Luca de Caneva, Luca Dini, Thomas Marcheselli e Alessandro Mencarini), che trascorrerà un “soggiorno verde” nel Rifugio di Ca’ I Fabbri per aver ideato locandina e slogan della Gola del Furlo.

Ad aggiudicarsi il percorso artistico sono state le classi IV A, IV B e IV C della Scuola primaria dell’Istituto comprensivo statale “Franco Michelini Tocci” di Cagli, che hanno realizzato un plastico dedicato al Furlo, ricevendo come premio un buono da spendere in materiale didattico.    

Vincitrice del percorso artistico A Scuola nella Riserva anno 2013/2014

Scuola vincitrice del progetto Artistico

Scuola primaria dell’Istituto Comprensivo Statale Franco Michelini Tocci di Cagli

Vincitrice del percorso naturalistico A scuola nella Riserva anno scolastico 2013/2014

La scuola vincitrice è:

I. C. Manzoni di Pesaro con la locandina elaborata dal gruppo di lavoro di

Sofia Menichetti; Giulia Torriani; Giulia Cesarini; Luca de Caneva; Luca Dini; Thomas Marcheselli; Alessandro Mencarini

 

Vincitrice del percorso zoologico A Scuola nella Riserva anno scolastico 2013/2014

La scuola vincitrice del percorso zoologico è:

IC Statale Lanfranco di Gabicce Mare

con il 2° Finale scritto da Alessia Bellettini, Tommaso Bernardi, Luca Carnaroli, Nicola Cervesi; Loris Dragani e Martina Mura

SPECIALE SCUOLA: EMOZIONI DI FURLO!!!!

In piena sintonia con il ruolo istituzionale di un’area protetta, ogni anno la Riserva Naturale Statale “Gola del Furlo” promuove interessanti iniziative e programmi di Educazione Ambientale, alcuni rivolti alle scuole del territorio provinciale e altri aperti alle scuole di ogni e grado del territorio nazionale. Anche per questa annualità scolastica (2012-2013), la Riserva, avvalendosi di esperti operatori del CEA della Provincia di Pesaro e Urbino (guide ambientali escursionistiche e/o educatori ambientali, di comprovata esperienza), ha ospitato numerose scuole e classi favorendo una scoperta emozionale dell’area protetta sia da un punto vista naturalistico che culturale.

Piacevolmente entusiasti e orgogliosi pubblichiamo una serie di racconti e disegni ideati dai bambini della classe IIIA della Scuola Primaria Convitto Nazionale V. Emanuele II di Arezzo che in data 12 maggio 2013 sono venuti a visitare la nostra area protetta.

Il Lupo bianco imbalsamato, presente all’interno del Museo del Territorio Lorenzo Mannozzi-Torini, ha talmente incuriosito e stimolato la fantasia dei bambini che al loro rientro in classe si sono subito adoperati per scrivere ed illustrare la loro “vera storia del Lupo bianco”! Un modo artistico-creativo per rielaborare la loro esperienza al Furlo e un’opportunità per la Riserva per far conoscere la nostra area protetta proprio dal vissuto dei bambini che l’hanno visitata!!

Ci è gradita l’occasione per un ringraziamento speciale a tutti i bambini e insegnanti della classe IIIA della Scuola Primaria Convitto Nazionale V. Emanuele II di Arezzo!!

Buona lettura a tutti!!!

 

[Download] Favole scolari in visita
© 2005-2017 Riserva Naturale Statale Gola Del Furlo - Gestito con docweb - [id]